La versione poco recente del tuo browser potrebbe limitare le prestazioni del sito.
Aggiorna e andrà come un razzo!
case history

Raccontiamo che Fiocchi di Riso e i neonati sono amici "per la pelle"

La gara che doveva assegnare la gestione della vita social del marchio Fiocchi di Riso parlava chiaramente di una doppia finalità di progetto. Si trattava di studiare le chiavi creative in grado di definire una personalità di marca più vicina alle mamme, più informale nel rapporto con loro, più calda; si trattava tuttavia anche di far emergere il valore scientifico di prodotti frutto di preparati originali, talmente orgogliosi del lavoro di laboratorio da cui nascono da riportare su tutti i pack una tabella riassuntiva del preparato contenuto all'interno di quel singolo prodotto.

Ad aver convinto il cliente sull'efficacia del nostro progetto è stata la doppia linea narrativa che in parallelo ha dato forma ad ogni singolo concept dei contenuti e delle azioni proposte per i social della marca. Una doppia linea in grado di soddisfare tanto la vicinanza alle mamme, quanto la competenza nel prendersi cura della pelle dei bambini.

Dal racconto delle scoperte di laboratorio affiancate alle scoperte che i neonati compiono nei primi mesi di vita, all'utilizzo di metafore fiabesche che utilizzando i più celebri personaggi delle favole spiegano il significato dei termini scientifici e delle loro azioni sulla pelle dei bambini, per finire alla proposta di sistemi per stimolare user genereted content che oltre a dare vita ai profili permettono alle mamme di sentirsi davvero parte integrante di un marchio e dunque rappresentate, una strada efficace per stabilire un tone of voice familiare e per affezionare il pubblico al brand.

Una varietà di significati e di esperienze della marca in grado di abbracciare tutto lo spettro delle aspettative del pubblico, dalle più affettuose alle più specialistiche.

Un post di prodotto Fiocchi di Riso, con un piccolo testimonial
Un post di prodotto Fiocchi di Riso, con un piccolo testimonial
Un post che crea un ponte concettuale tra prodotti e attenzioni per i bambini
Un post che crea un ponte concettuale tra prodotti e attenzioni per i bambini
Un post che suggerisce utilizzo e consigli per la vita quotidiana al fianco dei piccoli
Un post che suggerisce utilizzo e consigli per la vita quotidiana al fianco dei piccoli

Tra storytelling emotivamente orizzontale e dark post verticali

 

All'interno del documento di sintesi con cui abbiamo presentato la nostra strategia social e con cui abbiamo approfondito ogni singola linea narrativa parte del racconto della marca che ritenevamo più efficace per trasferire al pubblico tutti i concetti e i valori di Fiocchi di Riso, avevamo indicato il fine di ogni singola tipologia di contenuto. Alcuni erano più adatti a generare reactions, altri si prestavano di più all'obiettivo della condivisione, altri ancora nascevano per generare traffico verso il blog della marca - per approfondimenti sul tema della cura del bambino nella vita quotidiana - oppure verso la pagina di dettaglio del prodotto dell'e-commerce Fiocchi di Riso. Una varietà di obiettivi che ha fatto la differenza in fase di gara e che fa la differenza nella realtà dei fatti ora che è diventata la realtà attorno a cui è strutturata la fanpage.

Tutto quanto il mondo del brand ruota attorno alla pelle. Una delle scelte creative è stata di raccontare la pelle come il mezzo con cui i piccoli riescono a regalare ai grandi momenti indescrivibili. Come un abbraccio, una carezza, un gesto fatti per la prima volta. Se vi prendete cura della loro pelle allora vi prendete cura anche dei momenti che sono in grado di regalarvi attraverso di lei, attraverso il loro tatto. E inevitabilmente un contenuto di questo tipo, con questo carico emotivo non poteva che avere come obiettivo la condivisione per un pubblico tanto sensibile al tema come le mamme.

Un esempio all'opposto in termini di sensibilità emotiva è quello dei contenuti creati per generare traffico verso l'e-commerce, per tradurre cioè l'informazione al pubblico in desiderio all'acquisto. Abbiamo predisposto una serie di contenuti ibridi, che raccontano il prodotto ad esempio mostrandolo nelle manine dei loro utilizzatori finali ma senza attingere dalle foto asettiche delle banche immagini e invece fotografando bimbi veri in case vere su fasciatoi veri - naturalmente evitando di riportare il viso - per immedesimare meglio la mamma e per dimostrarsi davvero calati nella vita reale e quotidiana delle famiglie. Abbiamo anche predisposto contenuti ancor più verticali, in dark, senza riportarli sul diario della fanpage, ad esempio dedicati a promuovere le consegne a domicilio nelle settimane più calde dell'emergenza corona virus.

Una strategia deve avere una prospettiva orizzontale, per creare passo dopo passo un racconto di marca definito. Deve però anche essere capace di muovere i propri passi in verticale, approfondendo uno specifico obiettivo in uno specifico lasso temporale.

Post da colorare, prodotti come personaggi di avventure e molto altro

 

Oltre a ragionare con gli occhi del brand, una strategia capace di raggiungere il suo pubblico deve ragionare con gli occhi del pubblico stesso. Ci siamo messi nei panni dei genitori, e in particolare in quelli delle mamme, cercando di capire cosa loro cercano, cosa vogliono, di cosa hanno bisogno, cosa può essergli utile.

Oltre natralmente a fornire loro tutte le informazioni sui prodotti e su come possono essere la migliore scelta per la pelle dei loro bambini, abbiamo anche divagato leggermente dalla marca in senso stretto. Questo perché un contenuto troppo vincolato al prodotto viene percepito come puramete pubblicitario e dunque inquinante dell'esperienza social dell'utente. Viceversa un contenuto che apparentemente si sleghi dal brand per abbracciare altri contesti facendo poi ritorno sull'ambito più coerente a bambini e famiglia, è l'arma perfetta per legare l'utente alla marca, ai suoi valori, alla sua esperienza, alle sue promesse.

In quest'ottica vanno letti post come le fiabe da colorare, in cui Fiocchi di Riso offre alle mamme e ai papà un disegno da stampare e far colorare ai propri bambini, un disegno tratto da un contenuto già pubblicato sulla fanpage. Un'occasione per aiutare i genitori ad intrattenere i piccoli, rimarcando ancora una volta il proprio modo di raccontarsi. In quest'ottica vanno letti anche quei contenuti che mostrano di conoscere alla perfezione i ritmi di vita delle mamme e dei papà, di essere loro solidali, nel momento in cui suggeriscono la breve storiella da raccontare ai bambini nel momento del bagnetto o del cambio pannolino per tenerli tranquilli, tuilizzando come personaggio della favoletta un prodotto di Fiocchi di Riso. In questo modo il brand si mostra spalla del genitore e trova un'ulteriore occasione per parlargli di un suo prodotto.

L'esperienza di marca è questo: evadere dal binario della comunicazione strettamente pubblicitaria e creare valore aggiunto, suscitare interesse, offrire un vantaggio tangibile in cambio dell'attenzione richiesta al pubblico a cui si sta parlando.

Un post che fa parlare la pelle dei piccoli
Un post che fa parlare la pelle dei piccoli
E ORA? HAI UN PROGETTO DI CUI PARLARCI? NOI SIAMO PRONTI
  • Scrivici di cosa hai bisogno

    Ancora qualche secondo. Ci siamo quasi.

    Tutti i campi sono obbligatori!

    Devi acconsentire il trattamento dei dati!

    Dopo aver preso visione dell’Informativa privacy:

    Acconsento al trattamento dei dati*
    Voglio iscrivermi al servizio di newsletter

    * Campi obbligatori

    Oppure, sentiamoci

    Uffici Italia - tel +39 0376 392891

    Uffici USA - tel +1 310 3101797

Ciao, vuoi chattare con noi?

Clicca qui

copiaincolla chat

Ciao, vuoi fissare un appuntamento con noi?