La versione poco recente del tuo browser potrebbe limitare le prestazioni del sito.
Aggiorna e andrà come un razzo!
dicono di noi

La creatività (nell'era digitale) secondo Brunella

"La forte spinta che viene dal mondo digitale è senza dubbio un’opportunità da cogliere per sfruttare al meglio le infinite possibilità che offre, ma il processo creativo era e rimane l’elemento che può fare la differenza nei confronti dei competitor". 

Inizia più o meno così l'intervista che ho rilasciato a TV KEY, rivista che il gruppo Media Key dedica periodicamente ai professionisti del settore marketing e comunicazione. La richiesta era quella di scattare una fotografia più o meno nitida dell'attuale situazione della creatività nel mondo della comunicazione, un settore in cui ormai molti tendono a saper fare tutto e la multicompetenza è all’ordine del giorno.

È sempre più frequente vedere agenzie dotate di una propria casa di produzione che realizzano, oltre alla creatività, spot e video. E non mancano le case di produzione o le concessionarie che allargano il proprio intervento alla creatività. Questo perchè, oggi, le aziende devono districarsi tra numerose piattaforme e chiedono una sempre maggior versatilità nella tipologia di servizi e soluzioni proposte dalle agenzie di comunicazione.

A mio avviso, dall'unione delle diverse competenze possono nascere buone e solide collaborazioni, in cui ognuno è chiamato a mettere in campo il proprio punto di forza, sia essa la creatività sia essa la capacità di promozione. A copiaincolla lavoriamo così: cerchiamo di far percepire un piano costruito a quattro mani come un unico, indissolubile progetto in cui le diverse competenze si fondono tra loro in maniera quasi spontanea. E lo facciamo insieme a partner che pensano esattamente come pensiamo noi.

Negli ultimi anni il livello della creatività Italiana in ambito comunicativo è aumentato. I brand sono in grado di proporre campagne sempre più fresche e coinvolgenti, puntando l'obiettivo non tanto sul prodotto ma sul pubblico al quale si rivolgono. L’ironia, ad esempio, è sempre più utilizzata nelle strategie pubblicitarie: crea un paradosso, riduce la tensione del messaggio e rompe le resistenze nei confronti del prodotto. Ma non è detto che funzioni con tutti i prodotti e in tutte le comunicazioni, anzi a volte è persino controproducente.

Sembra banale ripeterlo, ma sono sempre i contenuti a fare la differenza. Della serie, Content is (still) the king.

E ORA? HAI UN PROGETTO DI CUI PARLARCI? NOI SIAMO PRONTI
  • Scrivici di cosa hai bisogno

    Ancora qualche secondo. Ci siamo quasi.

    Tutti i campi sono obbligatori!

    Devi acconsentire il trattamento dei dati!

    Dopo aver preso visione dell’Informativa privacy:

    Acconsento al trattamento dei dati*
    Voglio iscrivermi al servizio di newsletter

    * Campi obbligatori

    Oppure, sentiamoci

    Uffici Italia - tel +39 0376 392891

    Uffici USA - tel +1 310 3101797

Ciao, vuoi chattare con noi?

Clicca qui

copiaincolla chat

Ciao, vuoi fissare un appuntamento con noi?