La versione poco recente del tuo browser potrebbe limitare le prestazioni del sito.
Aggiorna e andrà come un razzo!
Focus

Dovete tutti arrendervi al fatto che le altalene

avrebbero potuto inventarle anche nel 2019

L'altalena è un tipico gioco da giardino basato su un movimento oscillatorio impresso dal bambino in autonomia con le gambe o mediante la spinta di un attore esterno all'attrezzo, solitamente costituito da un appoggio di vario tipo (asse in legno, sedile, pneumatico) appeso a un sostegno aereo attraverso corde, catene o altri collegamenti non flessibili come tubi.

Wikipedia la spiega così.

Non riuscirete ad uccidere le altalene

 

Ci sono molte frasi fatte nell'aria. Troppo superficialmente bombardano le conversazioni di tutti noi con pericolosi siluri di luoghi comuni. Uno dei tanti è quello che riguarda il demoniaco successo dei giochi elettronici su cui molti ragazzi sprecherebbero le loro vite dimenticandosi dei veri valori. Dimenticandosi di stare all'aria aperta, di passare tempo assieme ai loro coetanei, di godersi la bellezza delle cose semplici. “A noi bastava un pallone ed eravamo felici”. Fidatevi, anche per loro è così. Ma l'esistenza di alternative non può che arricchire; mai impoverire.

Una prima obiezione assennata a quelle frasi potrebbe essere, per esempio, che i video giochi hanno raggiunto livelli di complessità di trame e di sistemi di gioco capaci di diventare vere e proprie esperienze di intrattenimento come lo può essere immergersi in un romanzo o in una serie tv. Di questo ne parlavamo anche qui.

Un seconda obiezione è che nessun bambino o ragazzino ha smesso né smetterà mai di giocare con un pallone in un parco assieme agli amici, di incontrare gli amici, di leggere un libro. Né di trovare divertente salire su un'altalena.

Questo perché l'altalena è qualcosa che unisce due fattori sacri: il coinvolgimento emotivo e la semplicità, due dogmi alla radice di ogni idea geniale. E un'idea geniale, per definizione, ha una vita e un successo eterni.

Un'altalena sospesa nel vuoto.
Un'altalena sospesa nel vuoto.
Un'altalena in spiaggia.
Un'altalena in spiaggia.
Un'altalena e un bambino.
Un'altalena e un bambino.

Se non ci fosse, bisognerebbe inventarla. Anche nel 2019

 

Potete stare certi di una cosa: se oggi, fine primavera-inizio estate del 2019, nessuno avesse ancora inventato l'altalena, senza dubbio qualcuno la inventerebbe ora. Perché una buona idea è senza tempo. E perché l'altalena è uno strumento capace di stabilire una connessione emotiva con le persone. Qualcuno appassionato di inglesismi e che viva e lavori nel mondo del marketing e dintorni, lo chiamerebbe engagement.

Un engagement che nel caso dell'altalena costruisce il proprio successo anche sul suo carattere libero e mai troppo chiuso dentro ad un solo comportamento. Su un'altalena puoi baciare il fidanzato ai giardinetti utilizzandolo come una seduta su cui ondeggiare con movimenti impercettibili.

Su un'altalena puoi andare piano, oppure molto forte. Un bambino può anche giocarci avvitando il seggiolino e poi lasciandolo andare per guardarlo girare vorticosamente fino alla posizione di partenza. Su un'altalena si può anche andare molto veloci e molto in alto. Si può addirittura tentare un pizzico di adrenalina saltando a terra mentre arriva nel punto più alto e atterrare sul prato dopo un breve volo nel vuoto.

L'altalena avrà sempre successo - per restare dentro un freddo approccio marketing, trattandola come fosse un prodotto, un contenuto, un progetto pensato per il pubblico - perché è un mezzo divertente, intuitivo, facile. E non è scontato trovare mezzi che lo siano.

Come non è scontato comprendere, dentro ad un parco giochi o seduti in riunione con un cliente, che il mezzo deve adattarsi alle nostre volontà. Ai nostri bisogni.

Le altalene insegnano che un mezzo deve essere al nostro servizio, mai viceversa

 

Chi pone il mezzo - che sempre nel freddo del nostro mondo può essere la fanpage di un marchio, uno spot radio, un video virale, la collaborazione con un influencer e mille altri - chi pone il mezzo, dicevamo, al centro delle sue scelte sbaglia. Assurdo credere che il mezzo venga prima delle idee.

Un'altalena, nonostante tutta la sua agiografia snocciolata in questo articolo, resta un pezzo di ferro a cui è stato appeso un sellino. Niente di più di questo. Ciò che la rende ingaggiante o adrenalinica, romantica o divertente, sono le scelte compiute su di lei dalle persone.

Tornando ora per un attimo alle prime righe in cima a questa pagina, quelle tratte da Wikipedia, viene in mente che sembrano scritte per ricordarci che è sempre molto bello quando una cosa apparentemente banale viene raccontata in modo analitico, profondo. Un modo per nobilitarla. E per ricordarci che di banale non esiste nulla. Dentro ad ogni cosa, oggetto, abitudine, scelta, esistono concetti ed esempi che possono essere trasferiti anche altrove e risultare sorprendentemente preziosi.

Prendete ad esempio le altalene e capirete che è così.

E ORA? HAI UN PROGETTO DI CUI PARLARCI? NOI SIAMO PRONTI
  • Scrivici di cosa hai bisogno

    Ancora qualche secondo. Ci siamo quasi.

    Tutti i campi sono obbligatori!

    Devi acconsentire il trattamento dei dati!

    Dopo aver preso visione dell’Informativa privacy:

    Acconsento al trattamento dei dati*
    Voglio iscrivermi al servizio di newsletter

    * Campi obbligatori

    Oppure, sentiamoci

    Uffici Italia - tel +39 0376 392891

    Uffici USA - tel +1 310 3101797

Ciao, vuoi chattare con noi?

Clicca qui

copiaincolla chat

Ciao, vuoi fissare un appuntamento con noi?